Contattaci su Whatsapp

Il servizio WhatsApp è attivo dalle ore 09:30 alle 18:30.

Seleziona la sede da contattare, aggiungila alla tua rubrica e scrivici su WhatsApp. Sarai ricontattato al più presto.



Inizia a chattare 3274667768
25
Ott
2016

5 consigli da seguire per non sbagliare. Dalla culla al lettino con serenità.

 

Passare dalla culla al lettino non sempre è un’operazione facile, soprattutto se la culla era posizionata in camera da letto con mamma e papà. Molti bambini hanno difficoltà ad adattarsi a questo cambiamento e anche i genitori possono provare ansia e disturbi del sonno che rendono le notti davvero difficili. A volte nel tentativo di far addormentare il bambino si fanno cose sbagliate che possono diventare un’abitudine difficile da modificare negli anni.

5 consigli pratici per rendere sereno il passaggio dalla culla al lettino.

  • bisogna insegnare al bambino a dormire bene nel proprio letto, e fargli capire che è un posto solo “suo”;
  • occorre far nascere in lui un senso di appartenenza e di intimità con il suo letto;
  • la favola da leggere al bambino è un importante rito che lo aiuta a rilassarsi e a dormire bene; va benissimo una storia inventata da voi o una canzone;
  • quando lo mettetelo nel letto, salutatelo dandogli la buona notte; inizialmente piangerà, ma se lo rassicurerete e gli darete tempo imparerà ad addormentarsi da solo;
  • non dimenticate mai: un materasso adeguato ed una cameretta colorata aiuteranno lo sviluppo pisco-fisico del vostro bambino.

Per le prime settimane occorre creare un ambiente piacevole: il passaggio da uno spazio ristretto, come quello della culla, a uno più vasto, può disorientare il bimbo e farlo sentire spaesato. Per aiutare i bambini a dormire sonni tranquilli è utile insegnargli ad autorilassarsi, creando un rituale che sia sempre lo stesso come leggere una storia insieme o raccontargli una fiaba. Dopo le coccole sarà bene salutarlo e rassicurarlo. Col tempo imparerà ad addormentarsi da solo, abitudine importante per far sì che il bambino attinga dalle sue capacità senza aspettare l’aiuto dall’esterno.

Capiterà molto spesso che il bimbo si alzi di notte e vi capiti nel lettone. Qui inizia la parte dura: alzatevi e riportatelo nel suo letto, fosse anche per 100 volte in una notte. Non sarà facile, perché sarete stanchi e probabilmente ad un certo punto sarete tanto sfiniti e inteneriti dai suoi occhini dolci da battere in ritirata. Non fatelo! Ogni volta che cederete dovrete poi iniziare tutto da capo. Non sgridate il bambino. Non sarà assolutamente d’aiuto al vostro progetto, sarà solo frustrante per voi e per il bambino. Un buon compromesso per i bambini più grandicelli è quello di assicurare un posto nel lettone un solo giorno alla settimana, per esempio permettetegli di stare nel lettone la domenica mattina.

Ricordate che non esiste un’età giusta per questo passaggio. Quando tutto è pronto via al cambiamento!
Hai trovato utili i nostri consigli? Aspettiamo i tuoi commenti. Seguici anche sulla pagina Facebook.