Contattaci su Whatsapp

Inizia a chattare 3274667768
14
Lug
2017

Di che colore deve essere la cameretta di tuo figlio?

 

Quando c’è un bambino in arrivo oppure quando il nostro piccolo non è più un neonato, volendo rinnovare l’arredamento o semplicemente l’aspetto della cameretta, la classica domanda è: di che colore deve essere? I colori dell’ambiente sono forse l’elemento più importante: alcuni eccitano, regalano energia, altri favoriscono il relax e il riposo. Vediamo insieme cosa ci consiglia la cromoterapia e scopriamo quali sono le tinte più adatte per la cameretta.

Partiamo dal caso in cui ci sia un maschietto. La naturale propensione sarebbe verso l’azzurro, il celeste pastello o anche il blu, tutti colori perfetti per le pareti della cameretta. Il nostro consiglio è di colorare solo una parete, magari quella più grande e lasciare le altre bianche in modo da personalizzarle in seguito, anche a seconda delle diverse fasi di vita, con disegni e quadretti. Questo perché tinteggiare l’intero ambiente di un colore acceso, qualsiasi esso sia, può risultare molto stancante dopo un po’, addirittura togliere luminosità e rimpicciolire gli spazi dal punto di vista visivo.

Se invece parliamo di una femminuccia, nella maggior parte dei casi il colore scelto è il rosa. Anche in questo caso, le varianti di colore sono numerose, più o meno forti. La regola che suggeriamo è la stessa: sbagliato pensare di tinteggiare di rosa shocking o fucsia l’intero ambiente, mentre si può optare per un rosa pallido per tutte le pareti.

Ovviamente a prescindere da tutti questi che possono sembrare solo cliché, i colori adatti per conciliare il sonno e quindi la crescita sono tutti quelli che tendono verso il blu o il verde, mentre sono da evitare il rosso, l’arancione o il giallo. Si tratta infatti di colori che stimolano il cervello e quindi non permettono un buon riposo. Numerosi studi hanno confermato che il blu rilassa poiché abbassa la frequenza cardiaca e anche la pressione del sangue, favorendo il rilassamento di tutto il corpo e della mente. Anche il verde, sia esso pallido, acquamarina o pastello, sarebbe un ottimo alleato per il sonno notturno poiché sortirebbe un effetto equilibrante.

Per quanto riguarda le decorazioni, invece, un’idea molto in voga è dipingere una parete o parte di esse con la vernice lavagna o magnetica: in questo modo il bambino potrà liberamente esprimere la sua creatività. Anche gli stickers sono una soluzione carina ed economica per abbellire l’ambiente e sono facilmente sostituibili senza ristrutturazioni.

Cosa ne pensi dei nostri consigli? Continua a seguirci anche sulla nostra pagina Facebook.